Skip to content

Se al Qaeda è molto più debole

12 settembre 2009

Tra i vari vizi dell’informazioni italiana, spesso c’è quello di rilanciare solo le notizie allarmiste. Non è per forza un comportamento ispirato da fini politici – anche se la sicurezza, reale e percepita, è uno dei principali terreni di scontro, specie per l’informazione tv: capita che siano gli stessi giornalisti a trovare meno interessante una notizia che non si può strillare.
Se dunque in Italia si è pronti a riprendere i deliri web di un qualsiasi scemo che minaccia attentati in nome di Allah, l’inchiesta che oggi il Guardian ha pubblicato in prima pagina sull’idebolimento di al Qaeda non avrà grande eco (fine della premessa).
Il giornale britannico, che cita esperti e documenti, dice che al Qaeda ha un organico molto ridotto, non riesce più a reclutare, non è più in grado di compiere attentati significativi, in Afghanistan è diventato un peso per i talebani e ha diradato i contatti con i vari gruppi locali. Ooltre al fatto che ha perduto molto sostegno popolare.
Questo non significa che non ci sia un problema col fondamentalismo islamico armato, né che la guerra contro Qaeda sia vinta. Per esempio, resta forte il rischio che la Somalia diventi definitivamente un “safe haven” per al Qaeda facendone un trampolino di lancio per il Nord Africa e anche per la Nigeria. Ma l’idea che al Qaeda sia ancora una specie di Spectre islamica sembra lontana dalla realtà.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: