Skip to content

Gli insopportabili luogocomunisti sull’Iraq

30 agosto 2004

Leggo petulanti inviti a coalizzarci un abbraccio contro i MammaLiTurchi iracheni. Leggo di minacce a ogni angolo, a ogni minuto, soprattutto senza apparente motivo, se non quello di rilanciare una paura grazie a cui si governa meglio.
Certuni scoprono oggi che per i tagliagole fondamentalisti siamo tutti occidentali, in modo indistinto, e tutti possibili prede, anche se siamo molto diversi tra noi.
Essere prede potenziali, però, essere considerati nemici allo stesso modo, o utili idioti, non fa di noi un tutt’uno. Non ci rende uguali.
Non toglie il fatto che la guerra in Iraq fosse basata su motivi diversi da quelli presentati (gli stessi che dovrebbero portarci in Nord Corea, ancora prima che in Iran: se non fosse che i nordcoreani sono protetti dalla Cina, tanto per dirne una), e per ora indimostrati.
Negli anni 80 l’Urss combattè una terribile guerra “di civiltà” in Afghanistan e perse contro la guerriglia, dominata in gran parte da clan ma anche da gruppi musulmani (ma anche da comunisti, per la cronaca).
Gli “eroi” di quella resistenza si massacrarono in parte tra loro. Poi cedettero il passo a gente come i talebani e vari fondamentalisti. I quali trattarono a loro volta come utili idioti (e per di più ex finanziatori) gli statunitensi e gli europei antisovietici.
Chi si ricorda il leader liberale – si fa per dire – Altissimo , poi finoto nella vicenda delle tangenti- con la faccia pitturata di scuro che si infiltrava in Afghanistan per farsi riprendere accanto ai mujahidin?
L’usa-e-getta è un’invenzione della politica, prima ancora che della tecnologia dei consumi.
A cui gli esportatori del libero mercato hanno sempre abbondamente fatto ricorso. I sovietici anche. I francesi hanno fatto lo stesso in Africa. Lo fanno ancora, per la precisione.
Che non ci siano alternative, che si sta dalla parte dell’Occidente (intenso come democrazia, rispetto degli individui, laicismo, etc) o dalla parte dei terroristi, senza possibilità diverse, senza sfumature, lo dovrebbero imparare i sostenitori della ragion di Stato, delle guerre infinite e dell’imperialismo di ogni colore e ragione sociale.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: